La pronuncia della S sorda




La S sorda (o aspra) è la S presente nei vocaboli esse, sole, sasso e la sua pronuncia è indicata con la grafia s o /s/ nell´alfabeto fonetico internazionale (IPA).
Nel dizionatore, la S sorda, non essendoci una grafia differente da "s" per rappresentarla, verrà mostrata in miuscolo ed evidenziata; quindi Sasso diventerà SaSSo.
Il suono prodotto dalla S sorda è effettivamente quello della S muta. Sembra una banalità, ma al contrario, la S sonora, produce un suono simile a una z (zdentato).

ASCOLTA COME SI PRONUNCIA LA S SORDA


Esistono regole precise che definiscono quando una S è sorda, tutte gestite dal Dizionatore, eccone alcune:
  • quando si trova all´inizio di un vocabolo, ad eccezione di quando è seguita da lettere B, D, G, L, M, N, R, V dove è invece sonora.
  • quando è l´iniziale della seconda parte di una parola composta come conSenso, diSegno, riSalire: in questi casi l´iniziale di Senso, Segno e Salire è sorda.
  • quando è doppia all´interno di una parola (es. doSSo)
  • quando è preceduta da una consonante (es. anSa, SenSo)




Mentre altre regole non sono gestibili tramite un´algoritmo, tra queste, la pronuncia della S quando si trova tra due vocali. In questo caso ci sono diverse correnti di pensiero sulla corretta pronuncia della S tra le vocali, soprattutto in termini come casa, cosa. Alcuni dizionari potrebbero riportare la pronuncia con S sorda mentre altri della sonora, o entrambe. Nel nord Italia, è preferita la pronuncia della S sonora, mentre nel centro/sud di quella sorda.
Quindi: come comportarsi?
La verità è che, prendiamo come esempio il caSo di caSa, sono praticamente ammesse entrambe le pronunce e non è un errore pronunciare casa con la S sonora, sebbene alcuni dizionari di riferimento riportino la pronuncia con la S sorda.

N.B. Nel dizionatore, se trovate una S non evidenziata e in minuscolo, non è sorda! Vuol dire che non è stato possibile applicare la corretta pronuncia, non potendo gestire ogni singolo vocabolo della lingua italiana ma potrebbero essere mostrati dei suggerimenti in merito.